Seminario di Elisabhet Rochat de La Vallée - 15 e 16 settembre

Shiatsu - lezioni gratuite giovedì 20 e 27 settembre dalle 20:00 alle 22:00

Tuina - lezioni gratuite martedì 18 e 25 settembre dalle 19:30 alle 21:00

Qigong - lezioni gratuite mercoledì 19 e 26 settembre dalle 19:30 alle 21:00

OPEN DAY :: 24 settembre 2018 - mattina 10:00-12:00 pomeriggio 16:00-20:00


 

ZEN  
 
Lo Zen è conosciuto in Occidente dall’ inizio del secolo attraverso alcune discipline come le arti marziali, la cerimonia del tè, la composizione floreale, i famosi giardini zen giapponesi.

La profondità della sua filosofia ha esercitato un forte fascino negli ambienti artistici e intellettuali, ma se questo interesse non sfocia in una pratica autentica, non potrà mai superare la mera curiosità speculativa.

Questa pratica autentica è zazen: seduti nella posizione corretta, concentrati sulla postura, la respirazione tranquilla e lo spirito libero, zazen non è nient’ altro che il ritorno alla condizione normale del corpo e dello spirito.

Trasmessa da maestro a discepolo senza interruzione da più di 2500 anni, la pratica dello Zen diventa accessibile agli Occidentali nel 1967 con l’arrivo in Europa del maestro Taisen Deshimaru.

Benché lo Zen si sia sviluppato nel seno di una delle più antiche tradizioni dell’ umanità (il buddismo) l’essenza del suo messaggio ha un significato universale, è il principio unificatore che forma la radice della conoscenza di sé, al di là delle differenze tra razze, nazioni, sistemi e valori.
Per praticare zazen sedetevi al centro di uno zafu (un apposito cuscino nero, spesso e rotondo) sistematevi ben dritti, ruotate il bacino in avanti ed estendete la colonna vertebrale.

Incrociate le gambe in modo che le ginocchia siano saldamente al suolo. Spingete il cielo con la testa, spingete la terra con le ginocchia.

 La respirazione deve essere calma, lunga e profonda. In questa postura, il flusso incessante dei pensieri e delle elaborazioni mentali viene interrotto proprio dall’attenzione sul giusto tono muscolare e sulla respirazione. 

Più si pratica zazen e più si comprende con tutte le fibre del proprio corpo che i pensieri non sono altro che dei contenuti vuoti che vanno e vengono, spogliati di ogni sostanza reale.

Alla fine si realizza l’esistenza di una coscienza intuitiva, originaria e universale, radicalmente diversa dalla coscienza ordinaria di sé. Ciò non può essere compreso che attraverso la pratica. 

Se mantenete la postura corretta, praticando una respirazione profonda e quieta, percepirete infine la realtà della vita che impregna l’universo. E’ la coscienza universale che segue il movimento della natura e dell’ordine cosmico.


DOVE PRATICARE

Forza e saggezza attraverso una giusta posizione, una giusta respirazione, una giusta attitudine della mente.
Una pratica non fondata su parole o scritti, che non si inchina all’autorità dei testi, che mira direttamente al cuore e alla mente dell’uomo.

Gli orari di pratica sono i seguenti: mercoledì e venerdì dalle 18.15 alle 19. 45telefonare per partecipare.




Il nostro gruppo è affiliato all’ A.Z.I. (Associazione Zen Internazionale) con Sede a Parigi, fondata dal maestro Taisen Deshimaru.

 foto shiatsu 001
foto shiatsu 001

A.S.D. "Il Giardino di Hoshin" - Sede Legale: Lungotevere Flaminio, 76 - 00196 Roma / Sede Operativa: Via San Lazzaro, 13 - 34122 Trieste

C.F. / P. IVA 12584871003 - Copyright © 2014 - All Rights Reserved

Questo Sito Web utilizza unicamente Cookie atti a salvare la sessione del visitatore e svolgere altre attività necessarie al funzionamento del Sito Web come ad esempio salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza del visitatore Maggiori informazioni